I migliori joystick per la Playstation: tutti i prodotti e le fasce di prezzo

1
2
3
4
5
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Nero
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Verde (Green Camo)
PlayStation 4: DualShock 4 Steel, Nero - Special Edition
Nacon Compact Controller, Blu - PlayStation 4
PS4 Joystick Controller, PS4 Wireless Controller Dualshock Playstation 4 Gaming Joystick...
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Nero
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Verde (Green Camo)
PlayStation 4: DualShock 4 Steel, Nero - Special Edition
Nacon Compact Controller, Blu - PlayStation 4
PS4 Joystick Controller, PS4 Wireless Controller Dualshock Playstation 4 Gaming Joystick Bluetooth...
8.8
8.8
8.8
7.8
6.4
Sony
Sony
Sony
NACON
BDRateful
69,99 €da 49,99 €
74,99 €da 49,99 €
74,99 €da 49,95 €
39,99 €31,49 €
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Nero
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Nero
8.8/10
69,99 €da 49,99 €
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Verde (Green Camo)
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Verde (Green Camo)
8.8/10
74,99 €da 49,99 €
PlayStation 4: DualShock 4 Steel, Nero - Special Edition
PlayStation 4: DualShock 4 Steel, Nero - Special Edition
8.8/10
74,99 €da 49,95 €
Nacon Compact Controller, Blu - PlayStation 4
Nacon Compact Controller, Blu - PlayStation 4
7.8/10
39,99 €31,49 €
PS4 Joystick Controller, PS4 Wireless Controller Dualshock Playstation 4 Gaming Joystick Bluetooth...
PS4 Joystick Controller, PS4 Wireless Controller Dualshock Playstation 4 Gaming Joystick...
6.4/10

Ha senso oggi cercare un joystick per la PlayStation? Certo che ce l’ha perché la storica piattaforma è ancora sulla breccia più che mai. Con le console di nuova generazione il sistema PlayStation permette di sfruttare all’ennesima potenza giochi sempre più sofisticati. Molti appassionati non si accontentano dei joystick di serie e ne vogliono sempre di migliori. Ma quali sono oggi gli articoli più indicati per i nuovi games e quanto costano?

Il successo della PlayStation

La PlayStation è arrivata alla quarta versione e non ha nessuna intenzione di lasciarsi superare da altre console di gioco. PlayStation identifica una serie di piattaforme che è iniziata nel 1988 con un accordo tra Sony e Nintendo per sviluppare un nuovo chip audio.

Dopo varie vicissitudini abbastanza rocambolesche, nel 1991 Sony ha iniziato a produrre i primi esemplari di PlayStation.

Alla fine dell’anno seguente Sony e Nintendo hanno raggiunto un’intesa che poi è naufragata qualche mese più tardi. La tecnologia del Super Nintendo era ormai obsoleta, dunque Sony ha deciso di abbandonare la partnership e iniziare a lavorare ad un proprio progetto.

Il nuovo progetto chiamato PlayStation è iniziato nel 1993, è stato presentato in Giappone nel 1994 e nel resto del mondo nel 1995. Inizialmente tutto è stato puntato sui CD Rom sia audio che di giochi, in modo da poter rimettere in circolazione quelli invenduti a prezzi ridotti.

Uno dei fattori che hanno determinato il successo della PlayStation è stata la possibilità di poter duplicare i giochi in modo illegale. Paradossalmente Sony ufficialmente ha sempre condannato i CD copiati, però non ha fatto molto per evitare la famosa modifica hardware.

Grazie a questa modifica è possibile giocare con titoli masterizzati e qualche maligno ha pensato che la major giapponese mettesse in circolazione console con sistemi di protezione troppo blandi.

Joystick per la PlayStation ieri e oggi

I primi joystick per la PlayStation erano quelli venduti insieme alla console. Il picco massimo di vendite si è avuto dal 1999 al 2000 con oltre 40 milioni di unità distribuite in soli due anni. A causa dell’enorme successo, Sony ha deciso di interrompere un per un po’ la vendita, per mettere sul mercato la versione più piccola della console qualche mese dopo: la PSOne.

La PSOne è praticamente identica alla precedente a parte le dimensioni più compatte.

Dal 2003 al 2006 è stata la volta della PlayStation 2, uscita di produzione nel 2013. La PlayStation 3 è stata presentata nel 2005 ed è stata prodotta fino al 2017 con quasi 87 milioni di unità vendute. Questo rapido excursus si interrompe con la PlayStation 4, divenuta celebre con il famoso gioco Gran Theft Auto e il lettore Blu ray.

Arrivati all’ottava generazione di console ci sono state parecchie evoluzioni anche nei joystick per la PlayStation, divenuti sempre più tecnologici. Adesso si parla già di PlayStation 5, attesa per la fine del 2020. Come le altre sarà retro compatibile con le versioni precedenti, caratteristica che ha decretato il suo enorme successo.

Sono preannunciate anche novità riguardo ai controller ma non è ancora stato divulgato niente di ufficiale. Si pensa che probabilmente vi sarà la tecnologia Move integrata nel DualShock.

Il controller PlayStation Move

Il joystick per la PlayStation Move viene spesso chiamato semplicemente Move o PSMove. Si tratta di un controller sensibile al movimento del corpo presentato all’E3 (Electronic Entertainment Expo) nel 2009 e lanciato sul mercato l’anno seguente per la PlayStation 3.

A quell’epoca dominava il mercato il Wiimote di Nintendo Wii e la concorrenza tra le due periferiche di gioco è stata agguerrita. Il nuovo dispositivo di controllo PSMove con connessione wireless Bluetooth è attualmente in vendita in bundle con la PlayStation 3.

Nel controller di movimento è presente una luce che può cambiare colore e serve alla telecamera per migliorare la posizione del giocatore.

Per poterlo usare bisogna essere dotati di PlayStation Eye, una telecamera per PlayStation immessa sul mercato nel 2007. Attualmente si può acquistare anche il PlayStation Move da solo a un prezzo medio di 40 euro.

La PlayStation Eye costa circa 30 euro, mentre il cosiddetto Starter Pack contenente entrambi i dispositivi più un Blu ray con 10 demo di giochi che supportano il controller costa 60 euro. Gli Starter Pack a volte sono in edizione speciale limitata e contengono un videogioco.

L’ultimo arrivato in Italia arrivato in Italia conteneva il gioco DanceStar Party, un classico game di danza nel quale bisogna imitare i movimenti dei ballerini sullo schermo tenendo in mano i due controller del PlayStation Move.

Glove controller

I giochi nativi che supportano il sensore di movimento sono moltissimi e ve ne sono alcuni che lo supportano solo dopo averli aggiornati. La periferica PlayStation Move ha venduto più di 17 milioni di unità ed è ancora oggi in produzione.

Nel 1984 alcuni ingegneri americani hanno inventato un apparecchio basato sull’interfacciamento di gesti manuali e implementato su un guanto a fibre ottiche. La Mattel ha poi perfezionato il progetto per il Nintendo Entertainment System (NES) e il Power Glove è stato lanciato subito dopo l’uscita del film Il piccolo grande mago dei videogames del 1989. È lo stesso indossato da Freddy Kruger in Nightmare 6 – La fine.

Il successo della nuova periferica di gaming per la PlayStation 1 fu immediato ed essendo compatibile con tutti i giochi si trova ancora in vendita a 30 euro.

Più di recente Sony aveva annunciato l’uscita di un guanto da usare insieme al nuovo headset PlayStation VR. Si tratterebbe dell’erede spirituale del primo uscito nel 1989 ed il funzionamento è basato su un sensore che identifica i movimenti delle dita nello spazio.

Un secondo sensore riconosce il contatto con gli oggetti ma attualmente il nuovo guanto non è ancora entrato in produzione. Gli amanti dei sensori manuali in possesso di PlayStation 3 o PlayStation 4 possono acquistare un adattatore del vecchio Glove controller della PlayStation 1 al prezzo di 40 euro.

Focus sul PlayStation VR

Il PlayStation VR o PS VR è l’ultima periferica di gioco adatta alla nuova console. Si tratta di uno speciale visore da indossare sugli occhi per immergersi completamente nella realtà virtuale. Gli ambienti di gioco visti attraverso uno schermo OLED da 5,7 pollici sono tutti in 3D e la vista a 360 gradi consente l’immersione totale nell’universo gaming.

La grafica del VR, uscito inizialmente con il nome di Project Morpheus, è molto fluida con 120 fotogrammi al secondo. Il tempo di latenza è basso e l’audio in 3D con microfono incorporato permette di interagire efficacemente quando si gioca on-line.

Grazie all’elevata qualità dell’audio si riescono a percepire i suoni da qualsiasi punto provengano in modo da essere sempre attenti a tutti gli elementi del gioco.

Il visore rileva i movimenti mediante a una fotocamera con nove led sulla parte anteriore, ai lati e sulla parte posteriore. Giocare in compagnia sarà ancora più divertente grazie alla possibilità di proiettare sullo schermo della televisione ciò che si vede tramite il sensore.

Il sensore video non è proprio un joystick per la PlayStation ma si può annoverare tra le periferiche più performanti e futuristiche. È stato inventato qualche anno fa ma è ancora sulla breccia perché è compatibile con tutte le piattaforme.

La periferica viene venduta da sola o insieme ad un gioco e altri accessori come la PlayStation Camera e non è propriamente un articolo economico: il prezzo parte da 160 euro in avanti.

Il nuovo Dual Shock 4

La carrellata di joystick per la PlayStation non si esaurisce qui perché merita un paragrafo a parte il tradizionale gamepad arrivato oggi alla quarta versione. Il controller wireless con Dual Shock 4 è compatibile con ogni titolo ed anche con le altre periferiche di gioco appena descritte: PlayStation Move e PlayStation VR.

Il nome più adeguato dei joystick per la PlayStation è Controller PlayStation e il look non è cambiato molto rispetto a quello del 1995.

La forma caratteristica con i pulsanti a triangolo, cerchio, quadrato e X è rimasta ma sono state aggiunte nuove funzionalità per rendere ancora più veritiera l’esperienza di gioco. Il Dual Shock è stato distribuito per la prima volta tra il 1997 il 1998 come controller secondario per la PlayStation.

Il suo nome è dovuto al fatto che ha due motori elettrici che fanno ruotare delle masse di dimensioni diverse. La vibrazione è sincronizzata con i movimenti della partita ed il feedback sensoriale ha avuto un tale successo che questo joystick per la PlayStation è stato implementato di serie nelle versioni successive della console.

Oggi è arrivato alla versione quattro ed ha una precisione eccellente. Il touch pad ha una barra luminosa in alto e finitura opaca, con un design ancora più ergonomico ed intuitivo. Il prezzo? A seconda delle offerte on-line parte da 60 euro in su.

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Classifica Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
joystickmigliore.it